Indice di massa corporea e pressione sanguigna

La pressione sanguigna è una buona indicazione della salute del tuo sistema cardiovascolare. Quando la pressione sanguigna è alta, il tuo cuore sta lavorando in condizioni stressanti. L’alta pressione sanguigna, chiamata anche ipertensione, è classificata come tale quando si dispone di letture croniche di 140/90 mmHg o superiore. Prehypertension, il precursore dell’alta pressione sanguigna, è considerato come lettura cronica oltre 120/80 mmHg. Il peso corporeo è una delle principali influenze sulla pressione sanguigna.

L’indice di massa corporea è un modo per prevedere il tuo grasso corporeo in percentuale, tenendo conto della tua altezza rispetto al tuo peso. Gli individui con un indice di massa corporea da 19 a 24 sono considerati normali. Secondo l’esercizio fisico di George A. Brooks, Thomas D. Fahey, Kenneth M. Baldwin, uomini con un BMI di 25-30 e donne con un BMI da 27 a 30 sono considerati moderatamente obesi. Quelli con un BMI tra i 30 ei 40 anni sono classificati come obese e ogni persona con un BMI superiore a 40 è morbosamente obeso.

Essere obesi vi mette a un rischio aumentato di sviluppare ipertensione. Una persona più grande significa che c’è più tessuto per consegnare sangue. La resistenza che circonda il cuore è maggiore quando c’è una quantità maggiore di grassi. Inoltre, il ritorno venoso diminuisce quando c’è meno massa magra per aiutare la gravità del sangue e tornare al cuore.

L’indice di massa corporea è direttamente correlato alla pressione sanguigna. Secondo uno studio pubblicato in un numero di 1994 del “Journal of Hypertension” di Daniel W. Jones e colleghi, non importa quale sia il tuo peso, influisce sulla pressione sanguigna. Questo studio ha scoperto che con ogni aumento sulla tabella BMI, la pressione sanguigna aumenta approssimativamente la stessa. Il sovrappeso ai soggetti obesi ha provocato un aumento di 1 mmHg nella pressione diastolica per ogni aumento della massa corporea mentre i soggetti normali BMI hanno registrato un aumento della pressione diastolica di 0,89 mmHg.

C’è un grosso problema con la scala BMI, non può essere utilizzato universalmente per tutti gli individui. Ad esempio, se sei un costruttore di corpo o un serio trainer di peso, la tabella non tiene conto della tua massa corporea magra. Non puoi dire alla tabella BMI che la maggior parte del tuo peso è dal muscolo, quindi puoi essere classificato come sovrappeso o obeso. Potresti provare altri metodi, ad esempio il test di piega della pelle, per approssimare il tuo grasso corporeo percentuale.

Ridurre il grasso corporeo è vantaggioso per controllare e prevenire l’alta pressione sanguigna. Secondo uno studio pubblicato in “Obesity Research” nel 2000 da I.L. Mertens, solo una perdita di peso da 5 a 10 per cento può migliorare l’alta pressione sanguigna.

Indice di massa corporea

L’obesità e la pressione sanguigna

BMI e pressione sanguigna

Problemi con l’indice di massa corporea

Riducendo la pressione sanguigna e il peso