4 fasi di dolore

Panoramica

Ognuno si occupa della perdita nel corso di una vita. Il dolore descrive le emozioni, i pensieri ei comportamenti che si verificano quando una persona si occupa della perdita. Il dolore può derivare dalla morte di una persona cara o di un animale amato, di un rapporto rotto o di una condizione medica che altera la vita quotidiana. Lo psichiatra Elisabeth Kubler-Ross descrisse 5 fasi di dolore nel suo libro del 1969 “Su morte e morire”. Altri esperti di salute mentale hanno da allora proposto modelli alternativi che coinvolgono da 3 a 7 stadi di dolore. Il professore infermieristico Linda Rodebaugh e colleghi hanno descritto 4 fasi di dolore in un articolo di ottobre del 1999 nel giornale “Nursing”.

Reeling

Una perdita di solito ti lascia stordito e ribalta, specialmente quando la perdita avviene improvvisamente. Rodebaugh e colleghi hanno descritto come la prima fase del dolore. Shock, negazione e incredulità caratterizzano questa fase. Durante questa fase sono comuni pensieri come “Questo non può succedere” e “Ci deve essere un errore”. Come per le altre tappe del dolore, il ribaltamento può riapparire anche dopo che si è giunti alla realtà della situazione. La contrattazione, uno stadio di dolore descritto da Kubler-Ross, potrebbe essere parte della tua reazione iniziale. Ad esempio, puoi trovare idee per affrontare un accordo con una potenza superiore o un’altra persona per invertire la situazione o la perdita. La bobina è spesso la più breve delle tappe.

sentimenti

In genere si verificano una serie di sensazioni potenti mentre si negozia per venire incontro alla tua perdita. Queste emozioni spesso appaiono in rapida successione o simultaneamente e possono includere: – rabbia, – angoscia, – colpevolezza, – tristezza profonda, – solitudine, – impotenza, – distacco, mentre si tratta della risposta emotiva a La tua perdita, è comune provare sintomi fisici. Ad esempio, potresti dormire più o meno del solito, provare frequenti mal di testa o diminuire l’appetito e sentirsi generalmente malato o affaticato. Potresti anche ritirare temporaneamente dagli altri mentre tu ti dispiace, poiché non sono attualmente in un posto affatto emotivo.

rapporti

La fase di trattazione del dolore coinvolge pensieri e azioni per aiutarti a far fronte e adattarsi alla tua perdita, sia mentalmente che praticamente. Se una persona amata è morta, per esempio, questa fase del processo di dolore può comportare l’attraversamento dei vestiti di tuo amato e di altri beni personali. Se hai subito una perdita correlata alla salute, ad esempio la diagnosi di una condizione limitata alla vita o la limitazione fisica, questa fase potrebbe prevedere la pianificazione per una futura cura o un trattamento. Affrontare gli aspetti emozionali della tua perdita comporta comunemente anche il raggiungimento del sostegno, che può comprendere la lettura, la ricerca di orientamenti spirituali o la partecipazione alla counselling.

Guarigione

Rodebaugh e colleghi hanno descritto la guarigione come la quarta fase del dolore. Questa fase prevede l’integrazione della tua perdita come parte del tuo viaggio di vita e di andare avanti. Per molte persone, ciò comporta un riavvolgimento più attivo nella vita quotidiana, spesso in modi nuovi o diversi. Comprende anche il recupero dai sentimenti profondamente dolorosi di tristezza e angoscia che possono interferire con la vita quotidiana. La guarigione non si verifica magicamente in un solo momento. È un processo graduale che richiede tempo. La guarigione non è separata dalle altre fasi del dolore, ma accade di fianco a loro. Inoltre, la guarigione non implica che la perdita sia dimenticata. In altre parole, la guarigione non è di “superare” la tua perdita tanto quanto sta imparando a vivere con la perdita.; Inviato da: Tina M. St. John, M.D.