Un’allergia ai salicilati di mora

Non si può essere consapevoli che le more e altri frutti, verdure e noci contengono una sostanza chimica naturale che si riferisce all’aspirina. Se sei allergico o intollerante di aspirina, potresti sviluppare sintomi di allergia dopo aver mangiato le mora. MayoClinic.com afferma che le reazioni avverse all’aspirina sono comuni e devono essere discusse con il medico. Se si verificano sintomi di allergia dopo aver mangiato more, evitare di consumarli fino a che non sia visibile dal medico o allergologo.

Salicilati sono sostanze chimiche che si verificano naturalmente in varie piante e sono chimicamente simili all’aspirina. Sebbene i salicilati siano una sostanza naturale, potresti avere difficoltà a tollerarli o addirittura provare una reazione allergica quando sarete esposti a loro. Anche una piccola quantità di sostanze chimiche può innescare sintomi che potrebbero variare da lievi a gravi. Se sei allergico ai salicilati, elimini tutti i cibi che li contengono, compresi i blackberries, dalla vostra dieta per prevenire una grave reazione. Alcuni farmaci contengono salicilati, come miscele di tosse, antiacidi e farmaci contro l’influenza, secondo la Auckland Allergy Clinic.

I sintomi possono svilupparsi entro pochi secondi a pochi minuti dopo l’assunzione di more. È possibile sviluppare la pelle prurita, formicolandosi in faccia, orticaria o eczema. I tuoi seni possono diventare congestionati, portando ad un naso che cola, alla pressione del seno, alla tenerezza del viso e ai mal di testa del seno. Gli occhi pruriti, acquosi e rossi sono un sintomo comune di un’intolleranza salicilata. Puoi dimenticare il respiro, sospirare e sviluppare una tosse costante. In rari casi, si può sviluppare anafilassi, una reazione pericolosa per la vita che potrebbe causare la morte.

L’unico modo per prevenire i sintomi è quello di evitare le more e tutti gli altri alimenti che contengono salicilati. I frutti comuni che contengono questa sostanza chimica includono ciliegie, arance, prugne, ananas, date, uva, lamponi, prugne e mirtilli. I peperoni caldi, l’oliva ei pomodori contengono naturalmente salicilati e devono essere evitati. Altri alimenti che possono contenere questa sostanza chimica comprendono la gelatina, il menta, la mandorla, il miele, la gomma da masticare, le castagne d’acqua, la cayenna, la sugo, le salse, il curry, il timo e l’aneto, secondo la Auckland Allergy Clinic.

Se si sospetta che si sta verificando una grave reazione allergica, chiamare 911. È possibile richiedere un’iniezione di epinefrina per prevenire la morte e altre complicazioni. L’epinefrina è un farmaco che viene somministrato in un ago per un accesso immediato al flusso sanguigno. Anche se si dispone di una penna adrenalinica che si utilizza, è necessario chiamare il proprio medico e recarsi presso il pronto soccorso più vicino.

Salicilati e more

Sintomi

Evitare

Trattamento anafilassi