L’olio di mandorle amaro utilizza

Panoramica

L’olio di mandorla amara è diverso da quello della mandorla dolce perché contiene amigdalin, che si trova anche in prugne, albicocche e pozze di pesca. Mandorle dolci non hanno questa sostanza, che è tossica, quindi queste mandorle ei loro oli sono al sicuro. Mentre l’olio di mandorla amaro ha una storia di utilizzo in tutto il mondo, in questi giorni alcuni usi per l’olio di mandorla amaro sono vietati negli Stati Uniti.

Richieste di trattamento del cancro

L’olio di mandorle amarognolo contiene amigdalin, che può essere usato per creare laetrile. Laetrile è stato usato in tutto il mondo come un trattamento di cancro alternativo, secondo Drugs.com. Tuttavia, non esistono evidenze cliniche a sostegno di questo uso, ei pericoli superano i possibili vantaggi. L’agente anti-cancro attivo è probabilmente cianuro, consiglia gli esperti della American Cancer Society e gli effetti collaterali dell’olio imitano i sintomi dell’avvelenamento di cianuro, inclusa la morte possibile. Laetrile è vietato dall’Amministrazione degli Stati Uniti per il cibo e la droga per il trattamento del cancro. È anche vietato in Europa. Tuttavia, è prodotto e promosso in Messico.

cucinando

L’olio di mandorle amarognolo è talvolta utilizzato nella cottura, soprattutto per i dolciari. L’olio non è disponibile negli Stati Uniti, tuttavia, a causa delle sue proprietà tossiche. A volte viene chiamato “spirito di mandorle”, secondo “A Modern Herbal”, di Maude Grieve. È possibile ottenere una versione sintetica di olio di mandorla amara dai fornitori di forni o in linea oppure è possibile sostituire l’estratto di mandorle, secondo il Thesaurus del Cook. La mandorla amara che viene trasformata per essere priva di acido prussico è sulla FDA generalmente riconosciuta come lista sicura per gli additivi alimentari. Amygdalin rilascia acido prussico quando mescolato con acqua.

Usi storici

Gli alberi di mandorle sono nativi dell’Africa settentrionale e dell’Asia occidentale, ma sono stati coltivati ​​storicamente dai paesi che confinano con il Mediterraneo. Le civiltà antiche come Roma usavano l’olio di mandorla amaro come vermifugio, cioè per sbarazzarsi di parassiti intestinali e per trattare febbre intermittenti, osserva Grieve. La mandorla fu probabilmente introdotta in Inghilterra dai Romani, secondo Grieve. Nel Medioevo la gente usava come lassativo e diuretico. Inoltre è stato usato storicamente come un tosse suppressant. La mandorla amara può possedere proprietà anti-tussive, che significa tosse suppressante, nonché proprietà espiatoristiche e anti-infiammatorie, secondo Natural Standard.